Al Vale la cultura vola alto

Il testo nasce dall’attività di ricerca del professor Luigino Scroccaro, noto storico di Marcon, e rimanda all’importanza del sito di Marcon e al suo uso anche post bellico, condizione che ne ha consentito la conservazione sino a tempi piuttosto recenti. Delle strutture (hangar, casa degli ufficiali, lavanderie e magazzini) che ancora lasciano a bocca aperta chi si avventura nel fazzoletto di terra dove un tempo atterravano e partivano gli aerei, oggi rimangono ancora dei resti, di proprietà demaniale. Un tesoro unico, l’ex campo volo di Marcon, uno dei pochi ancora esistenti.

Oltre alla presentazione del libro ci sarà anche l’inaugurazione della mostra di foto e pannelli che rappresentano degli attimi della Grande Guerra e che ricordano la storia del pilota Gianni Ancillotto, asso dell’aviazione della prima guerra mondiale per il numero di abbattimenti di veicoli nemici.
Vi sono alcuni frammenti di storia della Grande Guerra attraverso meravigliose fotografie di forte valore storico ed alcuni cimeli.